Giovedì, 30 Maggio 2024
Il porto di Shanghai in Cina, uno dei porti di carico container tra i più trafficati al mondo. Dal 2019, la nazione cinese s’impegnerà a utilizzare combustibili più puliti.

Inquinamento atmosferico, il trasporto via container causa 24.000 morti in Asia orientale

Il boom delle spedizioni via container in Cina e in altri paesi dell’Asia orientale sta aggravando la situazione dell’inquinamento atmosferico. Ogni anno migliaia di persone muoiono in una regione che detiene otto dei dieci maggiori porti per il carico dei container del mondo.

Il traffico delle navi, spesso è trascurato rispetto a quello delle auto e all’inquinamento creato dalle fabbriche. La sua minor portata non deve trarre in inganno, poiché a partire dal 2005 l’inquinamento da olio di combustibile proveniente dalle navi è più che raddoppiato.

Un recente studio cinese, ha stimato che il biossido di zolfo, una delle sostanze che genera le piogge acide, rilasciato dal traffico marittimo ogni anno causa la morte prematura di 24.000 persone in Asia orientale. In particolare, si è visto un incremento delle malattie del cuore, malattie polmonari e l’insorgere di cancri.

Circa tre quarti dei decessi sono avvenuti in Cina, e altri principalmente in Giappone, Taiwan, Hong Kong, Macao e Corea del Sud. Questi dati sono stati pubblicati dalla rivista Nature Climate Change, sulla base dei dati di tracking di oltre 19.000 imbarcazioni.

A seguito di una serie di proteste per l’incremento del degrado ambientale, il governo cinese ha deciso di prendere una serie di provvedimenti. Infatti, a partire dal 2019 le navi che navigano nelle vicinanze delle coste dovranno utilizzare un combustibile meno inquinante.

Il Nord America e in alcune nazioni dell’Europa, esiste già un obbligo per le navi da carico di utilizzare un carburante meno inquinante, con un tenore di zolfo inferiore allo 0,1%. La US Environmental Protection Agency, prevede che i controlli effettuati nel Nord America impediranno 14.000 morti premature ogni anno entro il 2020.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter.
Ricevi i nostri aggiornamenti mensili direttamente sulla tua e-mail.

Inquinamento e cause

La Mia Aria

Portale gratuito di informazione sull'ambiente, l'ecologia e il benessere


Riproduzione dei testi, anche parziale, tassativamente vietata.
Sito soggetto a controllo antiplagio DMCA e CopyScape


×
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull’uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie.
Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie policy